Storia

Il Coro del Teatro dell’Opera di Roma prende parte alla vita artistica del Costanzi dal 1935 per volontà di Tullio Serafin, Direttore Artistico dell’allora Teatro Reale dell’Opera. Impegno principale del Coro è il repertorio operistico che spazia dal Settecento alla Musica Contemporanea. Tuttavia il Complesso si è distinto in esecuzioni di pregio in ambito sinfonico e sacro: sono da citare i Concerti alla Sala Nervi offerti dal Presidente Giorgio Napolitano a Sua Santità Benedetto XVI nel 2011 e 2012. Tutte di successo le tournée: da ricordare l’Expo Universale nel 2000 ad Hannover, Tosca al Cremlino nel 2003 e Nabucco a San Pietroburgo nel 2011. Nel 2004 il Coro ha portato la Messa di Requiem di Verdi alla Sydney Opera House su invito del Maestro Gianluigi Gelmetti. La qualità delle esecuzioni è stata assicurata dalle collaborazioni con i più celebri Direttori d’Orchestra quali Tullio Serafin, Victor de Sabata, Gianandrea Gavazzeni, Herbert von Karajan, Karl Böhm, Bruno Bartoletti, Carlo Maria Giulini, Giuseppe Patanè, Zubin Mehta, Georges Prêtre, George Solti, Gianluigi Gelmetti. Di particolare importanza il sodalizio artistico con il Maestro Riccardo Muti che ha guidato il Coro in prestigiose produzioni quali Otello, Moïse et Pharaon, Nabucco, Macbeth e Attila. I più rinomati Direttori di Coro italiani e stranieri hanno da sempre garantito il mantenimento costante dell’alto livello musicale di questa Compagnia. Fra essi si ricordano Giuseppe Conca, Gianni Lazzari, Tullio Boni, Roberto Benaglio, Augusto Parodi, Ine Meister, Marcello Seminara. Per 10 anni ne ha tenuto la Direzione il Maestro Andrea Giorgi. A partire da settembre 2010, sotto la guida del Maestro Roberto Gabbiani che ne ha assunto la direzione, il Coro ha anche intrapreso una nuova attività concertistica in ambito cameristico.

Da sottolineare la prima esecuzione nazionale della Petite Messe Solemnelle di Gioachino Rossini, nella revisione di Philip Gossett rifacentesi alla prima esecuzione di Passy del 14 marzo 1864 e la collaborazione con il Vicariato di Roma che ha permesso la divulgazione di musiche di Mendelssohn, Schumann e Brahms nelle chiese di Roma. Le celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia hanno dato rilievo al Coro del Teatro dell’Opera con il Concerto a Palazzo Montecitorio diretto dal Maestro Riccardo Muti, che dall’agosto 2011 riveste la carica di Direttore Onorario a Vita del Teatro dell’Opera. Da ricordare anche la storica recita di Nabucco del 17 marzo 2011, trasmessa in diretta da Rai 1, le cui immagini, in particolare quelle del bis concesso dal Maestro Muti nel “Va’ pensiero”, intonato con profonda commozione da tutti, pubblico compreso, hanno fatto il giro del mondo.

Risonanza mondiale di critica ed entusiastica accoglienza di pubblico hanno riscosso le tre recite di Nabucco, dirette dal Maestro Muti che ha presentato per la prima volta i Complessi Artistici del Teatro, al prestigioso Festival di Salisburgo nel 2013.

Evento di spicco della stagione 2014 è stata la tournée a Tokyo, dove il Coro si è esibito nei teatri Bunka Kaikan e NHK, con le opere Simon Boccanegra  e Nabucco, raccogliendo insieme al Maestro Riccardo Muti, all’orchestra e alla compagnia di canto, ovazioni e apprezzamenti calorosi ed entusiastici dal pubblico giapponese.

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza possibile sul nostro sito.
Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy.Proseguendo con la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie