Caro Abbonato, gentile Spettatore,

al Teatro dell’Opera continuano le repliche dell’Andrea Chénier di Umberto Giordano. L’opera, diretta da Roberto Abbado in un nuovo allestimento in coproduzione col Teatro La Fenice di Venezia, sarà in scena fino a 2 maggio. Marco Bellocchio ne firma la regia.

Il 19 maggio, invece, in un nuovo allestimento in coproduzione con Metropolitan Opera di New York, English National Opera e De Nationale Opera di Amsterdam, arriverà sul palcoscenico del Costanzi Lulu di Alban Berg, diretta dal Maestro Alejo Pérez e con la regia di William Kentridge. Repliche fino al 30 maggio.  Per quanti volessero approfondire l’opera, saranno due gli appuntamenti da non perdere: la lezione di opera con il Maestro Giovanni Bietti prevista il 15 maggio alle ore 20 e l’incontro del 18 maggio alle ore 21 con il regista.

Grande attesa anche per il Concerto Beethoven/Prokof’ev, diretto dal Maestro Daniel Smith ed eseguito il prossimo 4 maggio alle ore 20.30.

Vi ricordiamo inoltre l’incontro con Gaia Clotilde Chernetich che verterà sul balletto Soirée Roland Petit. L’appuntamento è fissato alle ore 11 del 30 aprile.

Vi aspettiamo!

I prossimi spettacoli

andrea_chenier_a Andrea Chénier
Dal 21 aprile al 2 maggio 2017
Direttore Roberto Abbado/Pietro Rizzo (2 maggio)
Regia Marco Bellocchio

Andrea Chénier, dramma storico di Umberto Giordano basato su una figura realmente esistita, è tra i prodotti migliori del Verismo di stampo storicheggiante di fine Ottocento. Nel libretto di Luigi Illica sono presenti diversi personaggi tratti, tra le altre fonti, dalla “Histoire de la sociéte francaise pendant la Revolution” di Edmond e Jules Goncourt. Andrè Chénier, nato a Costantinopoli nel 1762, fu membro del “club dei Feuillants” dopo la Rivoluzione in Francia durante il Terrore, fino ad essere arrestato e ghigliottinato a Parigi, il 25 luglio 1794, solo tre giorni prima dell’ analoga fine di Robespierre.
Nel libretto le vicende del poeta, prima rivoluzionario e poi proscritto da Robespierre, della nobildonna Maddalena e del cittadino Gérard si susseguono in un crescendo di colpi di scena che stringe il pubblico nella suspense, tratteggiate con una tecnica che ricalca i codici del linguaggio cinematografico. La Rivoluzione francese in Andrea Chénier si trasforma allora in  un catalizzatore di passioni umane in cui la cornice storica serve ad amplificare le emozioni e i tormenti interiori.


Maggiori info Acquista Guarda il video


concerti_4a Beethoven, Prokof’ev
4 maggio 2017
Direttore Daniel Smith

Violino Vincenzo Bolognese
Voce recitante  Toni Servillo
Soprano Angela Nisi

Sergej Prokof’ev  Concerto per violino e orchestra n. 1 op. 19
Ludwig van Beethoven Egmont, op. 84 musiche di scena per il dramma di Johann Wolfgang von Goethe

Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma

Introduzione di Stefano Catucci


Maggiori info Acquista


lulu_a Lulu
Dal 19 maggio al 30 maggio 2017
Direttore Alejo Pérez
Regia William Kentridge

È  come un salto nel buio la Lulu di Alban Berg che va in scena al Costanzi dal 19 maggio, con la firma di uno straordinario artista alla regia, William Kentridge e con la co-regia di Luc De Wit. La misteriosa e affascinante partitura di Berg è affidata alla bacchetta di Alejo Pérez specialista del repertorio contemporaneo, con un nuovo allestimento di eccellenza che vede la coproduzione di tre grandi Teatri: Metropolitan di New York, English National Opera e De Nationale Opera.

La potenza figurativa di questa Lulu, ispirata al cinema muto degli anni ’20 e accompagnata per tutta la sua durata dai video realizzati da Catherine Meyburgh, è tutta incentrata sulla protagonista dell’opera di Berg. Lulu secondo Kentridge è una bambola succube che attraversa nel suo viaggio verso le profondità oscure dell’esistenza un mostruoso campionario di umanità, di cui sembra apparentemente esserne carnefice, ma di cui in realtà si rivelerà vittima.“L’oggetto del desiderio – spiega l’artista sudafricano – non ha niente a che fare con la nudità e la sensualità, ma ha a che fare con tutto ciò che scatena un’ossessione: a volte proprio l’indifferenza mostrata dall’oggetto del desiderio può diventare essa stessa la cosa più irresistibile. Che cosa si deve fare per cercare di sfondare quel muro? Ignorarla può essere tanto ossessivo ed eccitante quanto desiderarla”.


Maggiori info Acquista


In arrivo a giugno



viaggio_reims_a Il viaggio a Reims
Dal 14 giugno al 24 giugno 2017



I coreografi i ballerini e noi | 30 aprile ore 11 al Teatro Costanzi Soirée Roland Petit Lezioni di Opera con Giovanni Bietti | 15 maggio ore 20 al Teatro Nazionale Lulu Registi all'Opera con William Kentridge | 18 maggio ore 21 al Teatro Costanzi Lulu Caracalla 2017 Acquista i biglietti

Nel caso in cui non si voglia più ricevere questa newsletter clicca qui