Caro Abbonato, gentile Spettatore,

 

I prossimi spettacoli

carmen_2400x1350 Carmen
Dal 28 giugno al 4 agosto 2017
Direttore Jesús López-Cobos e Jordi Bernàcer (20, 27, 30 luglio, 1, 4 agosto)
Regia Valentina Carrasco

Carmen, una delle opere più rappresentate al mondo, amata per il carattere vero e per la forza delle passioni che vengono raccontate, è in scena in un nuovo allestimento firmato dalla giovane regista Valentina Carrasco. Sul podio si alterneranno Jesús López-Cobos e Jordi Bernàcer.

L’opera, fu rappresentata per la prima volta all’Opéra-Comique di Parigi il 3 marzo 1875 dopo una gestazione travagliata, dovuta ai temi scabrosi per l’epoca e soprattutto alla morte in scena della protagonista finita per mano del suo amante.

Inizialmente l’opera non ebbe successo proprio a causa dei suoi contenuti così che Bizet, morto tre mesi dopo la prima rappresentazione, non poté vederne la fortuna. Carmen è infatti diventata una delle opere più rappresentate al mondo, amata proprio per il carattere vero e per la forza delle passioni che vengono raccontate.


Maggiori info Acquista


tosca_2400x1350 Tosca
Dal 8 luglio al 8 agosto 2017
Direttore Donato Renzetti e Carlo Donadio (3, 6, 8 agosto)
Regia, Scene, Costumi Pier Luigi Pizzi

Tosca, l’opera “romana” per antonomasia, ritorna con tutto il suo fascino in una cornice “romana” altrettanto significativa come Caracalla, in un allestimento firmato da Pier Luigi Pizzi per la regia, le scene e i costumi. Sarà diretta dal Maestro Donato Renzetti.

Rappresentata per la prima volta il 14 gennaio 1900 al Teatro Costanzi, è forse l’opera più drammatica di Puccini che, fra rapide evoluzioni narrative e del discorso musicale, mette in scena la passione dell’attraente cantante Floria Tosca per il pittore Mario Cavaradossi, cui si oppone il sadico barone Scarpia, sullo sfondo di una Roma imponente che sovrasta le vicende dei tre protagonisti. La tragedia intima dei protagonisti si dipana sullo sfondo dell’atmosfera inquieta e concitata che dagli avvenimenti della Rivoluzione Francese arrivano fino alla caduta della prima Repubblica Romana, in luoghi reali della capitale. Nell’allestimento di Pier Luigi Pizzi quei luoghi diventano simboli di un potere prevaricatore che rimanda ad un altro periodo, altrettanto tragico della storia, gli anni Trenta e Quaranta del Novecento che hanno visto la nascita di regimi totalitari e la Seconda Guerra Mondiale.

 


Maggiori info Acquista


bolle 2017@foto Luciano Romano_2400x1350_02 Roberto Bolle and Friends
Dal 11 luglio al 13 luglio 2017

L’appuntamento più amato e più atteso da tutti gli amanti della grande danza.

Una serata affascinante e variegata, in cui si possono godere balletti dal repertorio classico e moderno, ma dove non mancano sorprese anche da altri generi di danza. Étoile della Scala di Milano, Principal Dancer dell’American Ballet Theatre di New York e primo ballerino italiano della storia a raggiungere questo traguardo, Roberto Bolle è accompagnato  sul palcoscenico da alcune delle stelle più splendenti della danza internazionale.


Maggiori info Acquista


nabucco_Caracalla2016_1 Nabucco
Dal 25 luglio al 9 agosto 2017
Direttore Roberto Rizzi Brignoli
Regia Federico Grazzini

Cosa accadrebbe se Caracalla diventasse il teatro di un terribile conflitto, un conflitto universale tra tra oppressi ed oppressori? È la domanda che si è posto il regista Federico Grazzini nel realizzare il suo allestimento di Nabucco che riproponiamo quest’anno con la direzione musicale di Roberto Rizzi Brignoli, dal 25 luglio al 9 agosto, dopo il successo della scorsa Stagione. Nel rispondere a questa domanda, il regista ha proiettato il capolavoro verdiano in uno scenario di guerra dove gli Ebrei, diventano un popolo di sopravvissuti, un’umanità dilaniata che tenta di mantenere vivo il fuoco della speranza, e i babilonesi messaggeri di guerra, violenza e distruzione. Una lettura, che intende restituire il percorso di Nabucco alla sua universalità e attualità.

Terza opera di Giuseppe Verdi su libretto di Temistocle Solera, debuttò il 9 marzo 1842 al Teatro alla Scala di Milano alla presenza di Gaetano Donizetti, assicurandosi nel tempo un successo crescente. Realizzata dopo un periodo molto travagliato della vita di Verdi fu spesso letta come l’opera più risorgimentale di Verdi, poiché gli spettatori dell’epoca potevano riconoscere la loro condizione politica in quella degli ebrei soggetti al dominio babilonese. Un’interpretazione storiografica retroattiva, incentrata soprattutto sul celebre “Va pensiero, sull’ali dorate”, intonato dal popolo ebraico oppresso, mentre il resto del dramma ruota attorno alle figure drammatiche del re di Babilonia Nabucodonosor II e della presunta figlia Abigaille.

 


Maggiori info Acquista


In arrivo a settembre

soiree_rp_a Soirée Roland Petit
Dal 8 settembre al 14 settembre 2017



giselle_a Giselle
Dal 20 settembre al 24 settembre 2017



Diocleziano all'Opera L'opera è...follia Opera Shop Acquista

Nel caso in cui non si voglia più ricevere questa newsletter clicca qui