Toni Servillo interprete d’eccezione di “Egmont” per “Specchi del tempo”

Dirige l’australiano Daniel Smith, violino solista Vincenzo Bolognese, soprano Angela Nisi

Giovedì 4 maggio, alle 20.30, al Costanzi torna la musica sinfonica con il programma dei “Concerti Specchi del tempo”. Protagonista l’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma diretta, in questa occasione, dal Maestro Daniel Smith. Sul palcoscenico, collocato eccezionalmente al centro della sala, ospite d’eccezione Toni Servillo presterà la sua voce per l’Egmont di Beethoven, musiche di scena del dramma di Johann Wolfgang von Goethe. Tutto il carisma e il fascino del celebre attore per raccontare l’eroica storia del conte di Egmont, che sacrificò la vita per la patria olandese in occasione della repressione spagnola attuata dal duca d’Alba nel 1568.
Insieme a Toni Servillo, il soprano Angela Nisi e Vincenzo Bolognese, Primo Violino di Spalla nell’Orchestra dell’Opera di Roma, in questa serata violino solista. Suona un violino “Mattia Albani” della fine del Seicento.
Il programma della serata, introdotto dal filosofo e musicologo Stefano Catucci, prevede oltre all’esecuzione dell’Egmont, op. 84, il Concerto n.1 per violino e orchestra di Prokof’ev (1891-1953).

La stagione sinfonica si chiude giovedì 1 giugno: Mozart / Ravel / Widmann, direttore il Maestro Peter Rundel, clarinetto Jörg Widmann.

Il costo dei biglietti per singolo concerto è di euro 20, per i giovani euro 10.

 

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza possibile sul nostro sito.
Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy.Proseguendo con la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie