Un nuovo pubblico per il Teatro dell’Opera
Bilancio positivo della Fondazione nel 2016

La nuova immagine del Teatro

Aumentano ancora ricavi e spettatori

Il Sovrintendente del Teatro dell’Opera di Roma, Carlo Fuortes, ha diffuso oggi i risultati di un’analisi quantitativa e qualitativa sul pubblico del Teatro dell’Opera di Roma, relativa all’anno 2016 (scarica il link* in fondo alla news).

Queste analisi mettono chiaramente in evidenza quello che considero il risultato più importante dell’attività del Teatro negli ultimi anni e, cioè, la formazione di un “nuovo pubblico” – ha dichiarato il Sovrintendente Carlo Fuortes – . Gli spettatori e gli incassi sono sensibilmente aumentati. Ma l’aspetto più importante è il rinnovamento del pubblico. La metà degli spettatori non avevano mai frequentato il Teatro dell’Opera in precedenza e, di questi, il 30% è composto da giovani. I dati per il 2017 sono ancora più positivi. Credo sia il migliore auspicio per il futuro del nostro teatro.”.

Commentando le cifre, il dott. Fuortes fa notare come si possa ricavare un trend molto positivo dei risultati raggiunti. Gli incassi di biglietteria nel 2016, sono cresciuti dell’11,2% rispetto al 2015. Considerando il biennio 2014-2016 il progresso è addirittura pari al 51%, dai 7.729.935€ del 2014 agli 11.670.000 di questo anno.

In una serie storica più ampia, che esamina i dati degli incassi dal 2006 al 2016, si può osservare come la crescita degli ultimi anni rappresenta un traguardo mai raggiunto nel passato.

Un notevole incremento segna anche la vendita degli abbonamenti: questo elemento, indicativo della fidelizzazione degli spettatori al Teatro, passa infatti dai 3.018 abbonati della stagione 2014-2015, ai 3.445 della stagione 2015-2016 e quindi ai 3.915 abbonati di quella appena iniziata, con un incremento pari al 29,7% in questi ultimi due anni.

Andando oltre l’illustrazione dei valori numerici, il sovrintendente ha illustrato anche i risultati di un’indagine conoscitiva sul pubblico del Teatro dell’Opera di Roma, curata dalla Doxa nell’anno 2016, intervistando gli spettatori del Teatro. Questa ricerca è servita non solo a identificare i vari segmenti del pubblico che segue le attività del Teatro, ma anche a porre in evidenza le risposte sul gradimento che gli spettatori hanno mostrato, relativamente all’offerta culturale e ai vari aspetti e funzioni del Teatro dell’Opera.

Rimandando al link* per un’analisi esaustiva dei risultati, di seguito si riassumono gli elementi più interessanti:

–          il 30% del pubblico è composto da giovani. La quota è pari a quella del comparto del pubblico anziano (31%);

–          l’elevato grado di istruzione del pubblico: il 72% ha una formazione universitaria;

–          il 33% del pubblico è composto da non residenti a Roma, di questi il 13% è straniero;

–          il 25% del pubblico è al suo primo incontro con il Teatro dell’Opera di Roma, mentre ben il 42% del pubblico ha meno di due anni di frequentazione;

–          solo il 47% è costituito da abbonati e habitué;

–          il 96% del pubblico si dice soddisfatto dell’esperienza vissuta;

–          l’80% del pubblico consiglierebbe il Teatro dell’Opera di Roma a suoi amici, parenti o conoscenti;

–          ben il 94% del pubblico è soddisfatto della programmazione artistica e degli spettacoli proposti;

–          il 75% del pubblico ha percepito un cambiamento positivo della programmazione rispetto al passato.

 

Il pubblico del Teatro

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza possibile sul nostro sito.
Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy.Proseguendo con la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie