Caro Membro Associato,

a giugno un gradito ritorno di uno dei titoli più amati e rappresentati, La bohème: la messinscena contemporanea, ormai ben nota agli appassionati, è di Àlex Ollé de La Fura dels Baus, che ripensa l’esistenza disordinata e povera dei giovani artisti della Parigi ottocentesca trasmutandola nella brama di vivere delle periferie del mondo moderno. Recite dal 13 al 24 giugno per il debutto sul podio romano del maestro Henrik Nánási.

Giugno è anche e soprattutto il mese che segna l’avvio della stagione alle Terme di Caracalla: un luogo incantevole in cui cultura e spettacolo convivono perfettamente con popolarità e qualità. E anche la nuova stagione estiva andrà in questa direzione.  Oltre alla programmazione di lirica e di danza, anche quest’anno la sezione che chiamiamo “Extra” raccoglierà proposte di grandissimo valore.

Si parte subito con Björk che ha scelto Roma per la sua unica data italiana. L’appuntamento è mercoledì 13 giugno per assistere a uno straordinario concerto dell’artista islandese, magnetica figura della musica contemporanea con il suo stile immediatamente riconoscibile ed eclettico, che coniuga musica elettronica, rock, jazz e classica, mescolando pop e avanguardia.

Giovedì 14 e venerdì 15 giugno sarà la volta di Paolo Conte e la sua Orchestra – che ospiterà per l’occasione musicisti d’eccezione – per l’unica tappa estiva in Italia nel 2018. Il cantautore astigiano celebrerà i cinquant’anni di Azzurro, brano che l’ha portato alla celebrità nel nostro Paese e nel mondo.

Dopo il tutto esaurito dei concerti italiani ed europei, Ennio Morricone salirà sul palcoscenico delle antiche Terme con il suo “60 Years of Music World Tour”. La tournée mondiale, che segna il sessantesimo anniversario come direttore d’orchestra, ha portato il maestro ad esibirsi davanti a circa 400.000 persone in 30 diverse città europee.

Dopo Il barbiere di Siviglia nel 2016 e Don Giovanni nel 2017, a diventare OperaCamion stavolta sarà Rigoletto di Verdi. Il regista Fabio Cherstich rilegge, con la versione ridotta ad hoc nella durata, uno dei più celebri lavori del compositore di Busseto. Il tir di OperaCamion è quindi pronto a ripartire: a bordo scene, costumi e tutto l’occorrente perché durante le soste in piazza possa trasformarsi in un vero e proprio palcoscenico.

Infine, teniamo a ricordare che la Fondazione Teatro dell’Opera di Roma è un’organizzazione che vive prevalentemente di fondi pubblici. Per programmare importanti eventi con i più acclamati artisti italiani e stranieri e garantire una crescente qualità dei servizi al pubblico ha bisogno anche del tuo sostegno: destinando il 5×1000 al nostro Teatro farai, con un piccolo contributo, una grande Opera.

Vi aspettiamo!

I prossimi spettacoli

Manon
Dal 25 maggio al 31 maggio 2018
Direttore Martin Yates
Coreografia Kenneth MacMillan

Il Sovrintendente Carlo Fuortes, durante la conferenza stampa, ha dichiarato: Manon è il quinto titolo della nostra stagione di balletto ben variegata e bilanciata tra classico e contemporaneo. È la prima volta del Corpo di Ballo del Teatro dell’Opera di Roma con un balletto di Kenneth MacMillan e la prima volta di Eleonora Abbagnato in un balletto classico a serata intera qui al Costanzi: una serata imperdibile.”

La Direttrice del Corpo di Ballo Eleonora Abbagnato ha dichiarato: “Sono fiera di parlare di Manon, balletto che amo, e del nostro Corpo di Ballo che lo interpreterà, per la prima volta, tra qualche giorno. Ringrazio Paricia Ruanne, che ha lavorato per tanti anni con Kenneth MacMillan, di essere qui con noi e di aver capito insieme a me che era il momento di affrontare un titolo di valore, difficile nella tecnica e nell’espressione. Karl Burnett, per la prima volta qui al Teatro dell’Opera di Roma, ha fatto un lavoro minuzioso e attento. Insieme a lui e a Patricia, i ballerini stanno dando il massimo e hanno dimostrato di avere il carattere giusto per farlo, la costanza di lavorare giorno dopo giorno per portare in scena un balletto così complesso. Balleranno con me lo straordinario Friedemann Vogel, il mio assistente alla Direzione Benjamin Pech, l’étoile Alessandra Amato, i nostri meravigliosi solisti e il primo ballerino Manuel Paruccini per l’ultima volta su questo palcoscenico.”


Maggiori info Acquista


La bohème
Dal 13 giugno al 24 giugno 2018
Direttore Henrik Nánási / Pietro Rizzo 22, 23, 24
Regia Àlex Ollé (La Fura dels Baus)

“Dal debutto dell’opera di Puccini son passati centoventi anni e il mondo di oggi assomiglia poco alla romantica Parigi dell’Ottocento. Le città, soprattutto le grandi metropoli del XXI secolo, sono ormai diventate entità inaccessibili nelle quali il mondo della bohème, inteso oggi come movimento artistico incarnato dai più giovani, si diluisce nel sottomondo sociologico delle periferie, spesso degradate e, quasi sempre, abitate dalla grande diversità culturale scaturita dal fenomeno contemporaneo della migrazione intercontinentale. Rimangono intatti solamente la giovinezza, la brama di vivere, la vocazione artistica, i sogni di gloria, il desiderio imperativo di felicità immediata, l’attrazione dell’amore come esplosione simultanea dello spirito e della carne, la gioia incosciente di coloro che, essendo giovani, non provano nessun timore per un futuro che appare carico di responsabilità, percepite come imposizioni inaccettabili di una società scaduta. Ed è nella negazione di questa società che si mantiene vivo il messaggio politico rivoluzionario che ancora oggi associamo all’arte”. (Àlex Ollé)

Per chi avesse voglia di approfondire l’opera, lunedì 11 giugno alle ore 20 al Teatro Costanzi vi aspetta la lezione tenuta dal M° Giovanni Bietti.

 


Maggiori info Acquista


Björk
30 luglio

Il concerto è in coproduzione con DNF Live e Just Music Festival.

Magnetica figura della musica contemporanea, l’islandese Björk Guðmundsdóttir, meglio nota come Björk, ha esordito appena undicenne nel lontano 1977 e da allora ha intrapreso uno dei percorsi più originali della scena musicale internazionale. Sempre fedele a un’idea di ricerca estremamente personale, non ha mai reciso il legame con la propria terra d’origine diventando l’icona più nota del suo paese, al punto che il premier David Oddsson si è spinto a sostenere che “Björk ha fatto molto più della maggior parte dei suoi connazionali per rendere famosa l’Islanda”.
Fin dagli inizi Björk ha coniato uno stile immediatamente riconoscibile e al tempo stesso eclettico, coniugando generi tra loro diversi come la musica elettronica, il rock, il jazz e la musica classica, mescolando in maniera mirabile pop e avanguardia. La sua immagine continuamente mutevole si è espressa non solo in dischi ormai classici ma anche in videoclip discussi e originali, oltre che in affascinanti live dal forte impatto sensoriale. Ogni suo concerto è infatti un’esperienza che va oltre la pura esibizione dal vivo, e in questo senso un luogo magico come le Terme di Caracalla rappresenta la cornice ideale per una personalità tanto carismatica e sempre pronta a sperimentare.


Maggiori info Acquista


Paolo Conte e la sua Orchestra
Dal 14 giugno al 15 giugno 2018

«Paolo Conte è un genio della parola che si fa musica e della musica che si fa poesia – scrive Vincenzo Mollica nelle note della nuova raccolta “Zazzarazàz – Uno Spettacolo D’Arte Varia” – Nessuno come lui sa raccontare l’avventura umana, la sua drammaturgia, la sua imprevedibile follia».


Maggiori info Acquista


Ennio Morricone
Dal 16 giugno al 29 giugno 2018

Sale nuovamente sul palcoscenico a distanza di quattro anni dal suo ultimo concerto, nel 2013. Questa volta, dopo il tutto esaurito dei concerti italiani ed europei, porta nello splendido e unico scenario delle antiche Terme il programma del “60 YEARS OF MUSIC WORLD TOUR.

Dirigere dal vivo le mie composizioni in tante città diverse, davanti ad un pubblico così vario per età e background culturale, è un’esperienza estremamente gratificante. – ha dichiarato il Maestro Ennio Morricone – Quest’anno festeggio i 60 anni di carriera da compositore durante i quali ho composto più di seicento opere Per questa tournée ho pensato ad un programma aggiornato che naturalmente comprende alcuni “grandi classici” come le musiche degli amati western di Sergio Leone e Mission, ma a parte questo nella sua totalità il concerto sarà un’esperienza molto differente rispetto ai concerti del passato. Prevedo di inserire nel programma le musiche composte per Quentin Tarantino e alcuni brani composti per i western di Sergio Leone che non ho mai diretto nelle tournée precedenti”.


Maggiori info Acquista


In arrivo a luglio

La traviata
Dal 3 luglio al 20 luglio 2018



Carmen
Dal 14 luglio al 2 agosto 2018







Nel caso in cui non si voglia più ricevere questa newsletter clicca qui