A febbraio ‘Luisa Miller’ di Verdi, sul podio Michele Mariotti regia di Damiano Michieletto

A febbraio dall’8 al 17 arriva al Teatro Costanzi, finalmente in forma scenica, Luisa Miller del giovane Verdi affidato alla regia di Damiano Michieletto. Lo scorso maggio Michele Mariotti aveva diretto per la prima volta il melodramma tragico in tre atti, trasmesso in streaming su Operaroma.tv. “Luisa Miller – ha affermato il maestro Mariotti –– è un’opera che ha sempre attirato la mia sensibilità interpretativa per la sua evidente cifra belcantista, le sue varietà timbriche che determinano profonde oscillazioni di stato d’animo, unite al sempre acuto scavo psicologico con cui Verdi scolpisce ogni personaggio. Questi elementi rendono la partitura ricca di una bellezza che merita ogni volta di essere riascoltata e in qualche modo riscoperta”.
Melodramma tragico in tre atti, tratto dalla tragedia Kabale und Liebe di Friedrich Schiller, Luisa Miller è andata in scena per la prima volta l’8 dicembre 1849 al Teatro di San Carlo di Napoli, da tempo considerato centrale nell’evoluzione stilistica di Verdi, segnerà la prima direzione a Roma del maestro Mariotti dopo la nomina quadriennale a Direttore musicale del nostro Teatro dal novembre 2022.  Michele Pertusi sarà il conte di Walter, Antonio Poli Rodolfo, Daniela Barcellona Federica, Marco Spotti Wurm, Amartuvshin Enkhbat, giovane baritono mòngolo, debutta come Miller, Roberta Mantegna ritorna in stagione come Luisa. Lo spettacolo ha le scene di Paolo Fantin e i costumi di Carla Teti: si tratta di un allestimento in collaborazione con l’Opera di Zurigo.

 

Roma, 20 dicembre 2021

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza possibile sul nostro sito.
Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy.Proseguendo con la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie